Le ipno-rapine: quando l’ipnosi diventa un mezzo per l’illegalità

La video intervista alla psicologa Anna Maria Rita Masin in cui ci svela i meccanismi alla base delle ipno-rapine. Tutti siamo inconsapevolmente esposti a tali manipolazioni.
Le ipno-rapine: quando l’ipnosi è un crimine
Anna Maria Rita Masin – con-senso.it

In questa video intervista la nostra psicologa Barbara Serra intervista la collega Masin sul funzionamento di una pericolosa tecnica manipolativa.

L’ipnosi affascina da sempre l’essere umano, sia sul piano delle semplice curiosità, sia in ambito di cura. La dott.ssa Anna Maria Rita Masin, esperta ipnoterapeuta Eriksoniana, ci mostra un risvolto criminologico dell’uso dell’ipnosi: le ipno-rapine.  Ci illustra i processi naturali sottostanti la possibilità della mente umana di “cadere” naturalmente in stati autoipnotici. Con lei facciamo un viaggio attraverso la storia dell’induzione ipnotica da parte di Milton Erickson.

Con semplicità ci descrive quali sono gli elementi cardine degli esperti ipnotisti. Per natura tutti noi siamo suscettibili all’ipnosi e quindi esposti a chiunque la sappia utilizzare a proprio vantaggio. Lungi dall’essere una mera fantasia, le ipno-rapine sono ben conosciute alle Forze dell’Ordine, ma poco denunciate a causa dello stato di smarrimento che possono ingenerare nella vittima.

Inoltre la dott.ssa Masin ci dà alcuni preziosi consigli per difenderci dai meccanismi di ipnosi utilizzati in questo tipo di rapine, insieme ad importanti riflessioni sui pericoli dell’ipnosi di massa.

Default image
Barbara Serra
Articles: 2